Prescrizione2017-04-03T11:49:23+02:00

Corte di Cassazione, Sez. III, ordinanza n. 61 del 3 gennaio 2023

Corte di Cassazione, Sez. III, ordinanza n. 61 del 3 gennaio 2023

Conto corrente – limiti applicabilità art. 1284, comma 4, c.c. – tasso di interesse cd. “commerciale” – applicabilità natura dell’obbligazione dedotta in giudizio – tasso degli interessi di mora per il periodo successivo all’inizio del processo – l’applicabilità dell’art. 1284, comma 4, c.c., alle obbligazioni restitutorie – azione restitutoria relativa all’inadempimento di un accordo contrattuale

Testo integrale

Corte di Appello di Torino, Sez. Prima Civile, sentenza dell’11 ottobre 2022

Corte di Appello di Torino, Sez. Prima Civile, sentenza dell’11 ottobre 2022

Conto corrente  – saldo banca – saldo rielaborato – assenza di affidamento – solo rimesse solutorie – prescrizione azione ripetizione – tassi sostituitivi di cui all’art 117 TUB – prova inesistenza della causa giustificativa dei pagamenti effettuati – prova del contratto di conto corrente con riguardo alla pratica dell’anatocismo – produzione contratto – contratto verbis tantum o per fatti concludenti – prova negativa pattuizione di interessi a tasso superiore a quello legale – limiti di fido – divergenze tra affidamenti contrattualmente concessi e  quelli effettivamente utilizzati – aperture di credito autoliquidanti – commissione DIF – CMS – azione ripetizione non proponibile se conto chiuso dopo notifica atto citazione

Testo integrale

Corte d’Appello di Milano, 5 gennaio 2023, n. 15, Pres. Rel. Raineri

Corte d’Appello di Milano, 5 gennaio 2023, n. 15, Pres. Rel. Raineri

Conto corrente – prova affidamento – natura rimesse – utilizzo saldo rettificato

“In conclusione, posto che per tutte le ragioni di cui si è dato ampiamente conto il c/c oggetto di causa era certamente affidato e posto, altresì, che il CTU, facendo correttamente applicazione del criterio del saldo rettificato, ha escluso la presenza di rimesse di natura solutoria, non può che condividersi la sentenza impugnata nella parte in cui ha rigettato l’eccezione di prescrizione sollevata dalla Banca. Ciò in quanto, secondo il noto dictum delle Sezioni Unite, i versamenti di natura ripristinatoria non costituiscono “pagamenti”, con la conseguenza che la prescrizione decennale dell’azione di ripetizione delle somme addebitate inizia a decorrere dalla chiusura del rapporto, (…)”.

Testo integrale

Corte di Appello di Perugia, 2 novembre 2022, n. 580, Pres. Matteini, Rel. Salcerini

Corte di Appello di Perugia, 2 novembre 2022, n. 580, Pres. Matteini, Rel. Salcerini

Conto corrente – attore correntista – fido di fatto – facta concludentia – natura rimesse ripristinatorie – rimessa in conto attivo no solutoria

“Invero ritiene questo Collegio, conformemente all’orientamento della Suprema Corte, dal quale non si ha motivo di discostarsi, che il correntista possa provare anche per facta concludentia l’esistenza del fido di fatto (…). In altri termini, l’esistenza del contratto di apertura di credito non deve essere provato necessariamente con la forma scritta, anche tenuto conto che le nullità in materia bancaria sono “di protezione” e possono essere fatte valere solo dal cliente (art. 127 c.2 TUB).”

Testo integrale

Tribunale di Milano, 9 dicembre 2022, n. 9654, Est. Guantario

Tribunale di Milano, 9 dicembre 2022, n. 9654, Est. Guantario

Conto corrente – verifica rimesse solutorie – utilizzo saldo rettificato – imputazione competenze extra fido

“(…) la verifica delle rimesse solutorie dovrà avvenire sulla base del saldo rettificato, ovvero sulla base del saldo a cui siano state previamente espunte le poste nulle, e le rimesse solutorie imputate alle competenze addebitate in extra­fido in quanto le solo esigibili.”

Testo integrale

Corte di Appello di Firenze, 22 novembre, n. 2625, Pres. Monti, Rel. Primavera

Corte di Appello di Firenze, 22 novembre, n. 2625, Pres. Monti, Rel. Primavera

Conto corrente – rimesse solutorie – effetti prescrizione – imprescrittibilità domanda nullità contratti bancari

“(…) l’inammissibilità della domanda di ripetizione dell’indebito in relazione ad un conto corrente bancario ancora aperto non preclude la l’esame della domanda di accertamento del saldo del conto corrente ad una certa data, in quanto presupponente la nullità (nella fattispecie parziale) del contratto, al pari di quella di ripetizione dell’indebito.

(…)

il fatto che una determinata rimessa solutoria non sia dovuta in restituzione poiché prescritta non significa che i suoi effetti non possano essere considerati per il periodo non coperto da prescrizione, ove si consideri che “l’eventuale prescrizione del diritto alla ripetizione di quanto indebitamente pagato non influisce sulla individuazione delle rimesse solutorie, ma solo sulla possibilità di ottenere la restituzione di quei pagamenti coperti da prescrizione”.

Testo integrale

Tribunale di Padova, 26 ottobre 2022, Est. Maiolino

Tribunale di Padova, 26 ottobre 2022, Est. Maiolino

Conto corrente – conto aperto – domande accertamento e rettifica saldo intermedio – ammissibilità

“Va in primo luogo affermata l’ammissibilità della domanda di accertamento del saldo intermedio relativamente ad un conto corrente non ancora chiuso: la richiesta corrisponde all’evidente interesse del correntista non solo di mettere chiarezza in ordine alla legittimità di alcune clausole contrattuali, ma anche di verificare la concreta ricaduta sul conto, ovvero gli effetti dell’eventuale loro illegittimità sul conto corrente, ricostruendo il debito effettivamente sussistente nei confronti dell’istituto. È evidente che se il conto registra alcune poste passive illegittime, fintantoché il saldo sia negativo, dette poste produrranno anche interessi passivi, che il correntista ha tutto l’interesse attuale a non vedersi addebitare.”

Testo integrale

Tribunale di Torino, 3 ottobre 2022, n. 3821, Est. Astuni

Tribunale di Torino, 3 ottobre 2022, n. 3821, Est. Astuni

Conto corrente – verifica rimesse solutorie – saldo banca

“In sintesi. Lo spostamento patrimoniale è escluso se la riduzione dell’esposizione debitoria comporta la riespansione, in pari misura, della facoltà di utilizzo della medesima somma di denaro e sussiste invece se questa riespansione non può verificarsi, perché il versamento è fatto su un conto “scoperto”, senza fido o oltre il limite del fido. Due considerazioni depongono a questo punto per l’utilizzo del saldo banca, anziché di quello depurato, al fine di decidere la qualificazione del versamento, se pagamento o deposito.”

Testo integrale

Corte d’Appello di Lecce, 23 settembre 2022, Pres. Mele, Rel. Evangelista

Corte d’Appello di Lecce, 23 settembre 2022, Pres. Mele, Rel. Evangelista

Conto corrente – saldo zero – individuazione rimesse solutorie – saldo banca vs saldo rettificato

“(…) ai fini dell’individuazione delle “rimesse solutorie”, ovvero dei “pagamenti” (nel senso di cui alla pronuncia delle Sezioni Unite n. 24418/2010) nella prospettiva di applicare il criterio di imputazione previsto dall’art. 1194 co. 2 c.c., poiché una tale operazione interviene proprio al fine di determinare il saldo finale del rapporto ricalcolato secondo legittimità (e, pertanto, dopo l’espunzione degli (illegittimi) interessi anatocistici applicati dalla banca e delle altre competenze illegittimamente addebitate) è evidente che la base di calcolo non potrà che essere rappresentata dai saldi ricalcolati. 4.2. Per le suesposte ragioni, il motivo di appello in esame deve essere accolto, con conseguente rideterminazione dei pagamenti indebiti rispetto ai quali l’azione di ripetizione è prescritta, sulla base dei cd. saldi-banca.”

Testo integrale

Tribunale di Napoli, II Sez. Civile, sentenza del 30 settembre 2022

Tribunale di Napoli, II Sez. Civile, sentenza del 30 settembre 2022

Conto corrente – domanda di accertamento – rideterminazione saldo – contratto monofirma – nullità clausole anatocistiche – uso normativo – accettazione scritta del cliente – condizione peggiorativa – clausola di reciprocità – divieto di anatocismo non può ritenersi sussistente tra il 2014 e il 2016 – eccezione di prescrizione può sollevarsi in caso di azione di accertamento negativo – irrilevanza c.d. fido di fatto – natura rimesse

Testo integrale

Tribunale di Reggio Emilia, 6 ottobre 2022, n. 1023, Est. Morlini

Tribunale di Reggio Emilia, 6 ottobre 2022, n. 1023, Est. Morlini

Conto corrente – prescrizione – individuazione rimesse solutorie – competenze extra fido

“(…) nel caso di sconfinamenti ultra fido, la prescrizione decorre dall’annotazione in conto solo con riferimento alla quota di interessi e spese maturata extra fido, e cioè alla differenza tra scoperto e limite del fido, perché solo il pagamento di tali poste ha natura solutoria; mentre la quota di interessi e competenze addebitata per l’utilizzo del fido si prescrive a decorrere dalla chiusura del conto, avendo i relativi pagamenti funzione meramente ripristinatoria della provvista. In sostanza, a seguito di sconfinamento, le successive rimesse del correntista hanno natura di pagamento, e quindi solutoria, solo per la parte necessaria a rientrare dallo sconfinamento, poiché solo per quella parte vi è debito immediato del correntista, mentre nei casi in cui il passivo non supera l’affidamento, i versamenti del correntista hanno funzione meramente ripristinatoria della provvista: si ha quindi immediata esigibilità di capitale ed interessi per il credito che supera il fido e per i relativi interessi, rimanendo tale esigibilità differita per il credito entro il fido sino al saldo di chiusura del rapporto od alla scadenza dell’affidamento, poiché trattasi di competenze pagabili ex art. 1194 comma 2 c.c. solo a tale momento (cfr. Cass. n. 3858/2021 e Cass. n. I 0941/2016)”

Testo integrale

Corte d’Appello di Venezia, 13 settembre 2022, n. 1922, Pres. Taglialatela, Est. Zanon

Corte d’Appello di Venezia, 13 settembre 2022, n. 1922, Pres. Taglialatela, Est. Zanon

Conto corrente – onere produzione estratti conto – conti scalari – eccezione prescrizione rimesse

“Solo la produzione degli estratti conto, a partire dalla data di apertura del contratto di conto corrente sino alla data della domanda o di chiusura del conto, consente di pervenire – attraverso l’integrale ricostruzione dei rapporti di dare avere tra le parti e con la corretta applicazione del tasso di interesse – alla esatta determinazione dell’eventuale credito del correntista e alla quantificazione degli importi da espungere sul conto. Infatti, per la determinazione del saldo del conto non sono sufficienti gli estratti conto scalari in quanto essi rappresentano soltanto i conteggi degli interessi attivi e passivi ma non consentono, di per sé, di individuare le operazioni che hanno determinato le annotazioni degli interessi e di ricostruire, in siffatto modo, esattamente tutti i movimenti effettuati nell’arco del tempo.

(…)

Il mancato assolvimento, da parte dell’attrice, del proprio onus probandi, ha quindi inficiato anche la possibilità di valutare adeguatamente l’eccezione di prescrizione correttamente sollevata dalla Banca.

Posto che sulla base della sola documentazione prodotta dall’attrice non sarebbe stato possibile procedere ad un’analisi dell’impatto della prescrizione (gli scalari non offrono l’indicazione degli importi capitali giornalieri, né delle causali delle singole operazioni, che, invece, risultano desumibili dagli estratti conto analitici, in grado di fornire un appropriato riscontro dell’identità e della consistenza delle operazioni poste in atto) va comunque rilevato che il conto in questione è passato in attivo nel secondo trimestre del 2003, rimando in attivo sino al 31 dicembre 2004, con la conseguenza che agli accrediti che hanno determinato il passaggio in attivo va riconosciuta la natura di pagamenti.”

Testo integrale

Tribunale di Cuneo, 1° luglio 2022, n. 633, Est. Ciampa

Tribunale di Cuneo, 1° luglio 2022, n. 633, Est. Ciampa

Conto corrente – saldi di raccordo – accertamento negativo dell’effettivo dare-avere – prescrizione – diritto alla rettifica del conto corrente

“(…) in caso di incompletezza solo parziale della documentazione in parola, il giudice di merito può svolgere un accertamento tecnico contabile al fine di rideterminare il saldo del conto corrente in base a quanto emergente dai documenti prodotti in giudizio, anche se incompleti, mediante un procedimento matematico di rielaborazione dei dati presenti nelle scritture contabili depositate, purché tale incompletezza non alteri significativamente i risultati contabili dell’esame tecnico.

(…)

Rispetto a tale ultimo rapporto – ancora in essere – invece, l’eccezione di prescrizione deve ritenersi logicamente incompatibile con l’azione svolta (accertamento negativo dell’effettivo dare-avere).
Giova a tal fine richiamare il principio recentemente espresso dalla giurisprudenza di legittimità, la quale (con specifico riferimento all’eccezione di prescrizione del diritto alla rettifica del conto corrente ai sensi dell’art. 1827 c.c., comma 2) ha chiarito che: “In tema di pagamenti indebiti effettuati dal correntista, non esiste un diritto alla rettifica di un’annotazione di conto corrente autonomo rispetto al diritto di far valere la nullità, l’annullamento, la rescissione ovvero la risoluzione del titolo che è alla base dell’annotazione stessa, essendo quest’ultima null’altro che la rappresentazione contabile di un diritto, sicché, ove venga accertata la nullità del titolo in base al quale gli interessi sono stati annotati, essendo la relativa azione imprescrittibile ex art. 1422 c.c., la rettifica sul conto può essere chiesta senza limiti di tempo”.

Testo integrale

Corte d’Appello di Torino, 19 luglio 2022, n. 824, Pres. Cortese, Rel. Macagno

Corte d’Appello di Torino, 19 luglio 2022, n. 824, Pres. Cortese, Rel. Macagno

Conto corrente – onere prova – valore estratti conto scalari – distinzione natura rimesse

“(…) l’onere di comprovare la natura ripristinatoria delle rimesse operate, nel periodo attenzionato, non può adempiere a siffatto onere avvalendosi dei soli estratti conto scalari, che non permettono di accertare la natura solutoria (o ripristinatoria) dei movimenti da analizzare. Invero, gli estratti conto a scalare costituiscono solo una parte dell’estratto conto ordinario e hanno la mera funzione riepilogativa del calcolo delle competenze che vengono contabilizzate sul conto corrente. Il riassunto a scalare contiene la sequenza dei saldi (positivi e negativi) ottenuta raggruppando tutte le operazioni con uguale valuta, ovvero rappresenta i conteggi degli interessi attivi e passivi, e non consente di individuare le singole operazioni che abbiano determinato le annotazioni degli interessi e di ricostruire esattamente tutti i movimenti effettuati nell’arco di tempo considerato, che, per contro, è operazione possibile unicamente per il tramite degli estratti conto completi del rapporto.”

Testo integrale

Tribunale di Milano, 13 luglio 2022, n. 6164, Est. Ferrari

Tribunale di Milano, 13 luglio 2022, n. 6164, Est. Ferrari

Conto corrente – anatocismo – indeterminatezza cms – rimesse mai solutorie in costanza di rapporto

“Ne discende che in costanza di rapporto di conto corrente, non potendo configurarsi un credito esigibile per la banca neppure con riferimento al capitale e agli interessi ultra-fido, non possa mai riscontrarsi una rimessa solutoria, idonea a far decorrere il termine prescrizionale dalla data della sua annotazione. La rimessa effettuata dal correntista successivamente a uno scoperto di conto corrente, infatti, opererà quale mera annotazione in conto, destinata a concorrere alla formazione del saldo finale alla data di chiusura del rapporto; nel frattempo, essa non può implicare alcun pagamento, non essendo esigibile da parte della banca il saldo provvisorio del conto, a prescindere da qualsiasi distinzione tra addebiti intrafido e ultra-fido.”

Testo integrale

Tribunale di Torino, 10 maggio 2022, n. 2012, Est. La Manna

Tribunale di Torino, 10 maggio 2022, n. 2012, Est. La Manna

Conto corrente – pattuizione anatocismo post 2000 – saldo banca – saldo rettificato – rimesse solutorie conto anticipi

“In base a tale tesi qui condivisa per aversi anatocismo dopo l’1/7/2000 è, pertanto, necessaria una modifica contrattuale approvata per iscritto dal correntista.”

(…)

“In conclusione, quindi, deve essere confermato l’orientamento già espresso da questo giudice per cui il saldo di riferimento ai fini della verifica della prescrizione deve essere considerato il saldo banca.

Ciò premesso si evidenzia la correttezza della valutazione operata dal CTU secondo cui per i conti anticipi le rimesse devono essere considerate interamente come solutorie, in quanto il termine di prescrizione decorre dalla data del pagamento senza che possa avere rilevanza la data di chiusura del conto atteso che per il tramite dell’incasso dal terzo o per il tramite delle disponibilità di c/c, si verifica la chiusura della singola operazione creditizia e un pagamento in senso tecnico del debito a differenza di quanto avviene nella nomale operatività del fido per cassa per cui la natura solutoria della rimessa è coerente con i principi espressi dalle SU sopra citate.”

(…)

“In assenza di prova circa l’ammontare del fido accordato, pertanto, le rimesse devono essere considerate come solutorie.”

Testo integrale

Cassazione Civile, 20 giugno 2022, n. 19812 (ordinanza), Pres. De Chiara, Rel. Amatore

Cassazione Civile, 20 giugno 2022, n. 19812 (ordinanza), Pres. De Chiara, Rel. Amatore

Conto corrente – apertura di credito – natura rimesse – criteri imputazione pagamenti

“Il principio di cui all’art. 1194 c.c., secondo cui ogni pagamento deve essere imputato prima agli interessi e poi al capitale salvo un diverso accordo con il creditore, postula che il credito sia liquido ed esigibile, atteso che solo questo, per sua natura, produce interessi ex art. 1282 c.c., sicché è inapplicabile al rapporto di conto corrente bancario, nella cui struttura unitaria le operazioni di prelievo e versamento non integrano distinti ed autonomi rapporti di debito e credito reciproci tra banca e cliente, per i quali, nel corso dello svolgimento del rapporto, si possa configurare un credito della banca rispetto a cui il pagamento del cliente debba essere imputato agli interessi. Il suddetto principio è, tuttavia, utilizzabile se al conto acceda un’apertura di credito, ex art. 1842 c.c., ove il correntista abbia effettuato versamenti o su conto cd. scoperto, destinati a coprire un passivo eccedente i limiti dell’accreditamento, o su conto in passivo a cui non acceda l’apertura di credito”.

Testo integrale

Tribunale di Milano, 8 giugno 2022, Quesiti CTU

Tribunale di Milano, 8 giugno 2022, Quesiti CTU

Conto corrente – rideterminazione del saldo – usura – ius variandi – saldo rettificato

Il Tribunale di Milano ammette la CTU contabile su diversi conti correnti richiedendo in particolare l’applicazione del tasso sostitutivo bot, in difetto di valida pattuizione scritta, l’eliminazione della capitalizzazione degli interessi per tutto il periodo analizzato, la verifica dell’usura ad ogni esercizio dello ius variandi e la qualifica delle rimesse solutorie/ripristinatorie anche sulla base del saldo rettificato.

Vai alla sentenza

Tribunale di Napoli Nord, 05 Giugno 2020, n. 1130

Rimesse in conto corrente – Ripetizione di indebito – Clausola contrattuale illegittima – Rimessa oggetto della richiesta – Procedimento matematico – Specifica indicazione – Omissione – Atto di citazione – Nullità – Rinvio a perizia – nullità della citazione –  Insanabilità

Testo integrale

Corte d’Appello di Catanzaro, 06 Giugno 2020, n. 668

Contratti bancari – Conto corrente di corrispondenza – Onere della prova del fido sul correntista – Modalità – Onere dell’eccezione di prescrizione grava sulla banca – Modalità – Delibera CICR 9 febbraio 2000, art. 7 – Peggioramento delle precedenti condizioni – Sussistenza – Necessità di un nuovo accordo tra le parti

Testo integrale

Tribunale di Padova, 09 Aprile 2019

Prescrizione quinquennale – Infondatezza – Prescrizione decennale – Conto in attivo – Ripristino integrale della provvista – Inesistenza rimesse solutorie – Anatocismo – Mancata pattuizione e sottoscrizione della clausola di reciprocità degli interessi – Illegittimità Spese – Illegittima applicazione Usura – Formula matematico-finanziaria post 2009 – Irrilevanza Istruzioni di Banca d’Italia – Rilevanza della mera pattuizione – Conto corrente – Tasso superiore alla soglia usura per effetto dello ius variandi – Usura ab origine – Applicazione dell’art. 1815 secondo comma c.c. – Non debenza di tutte le somme pagate – Tramissione atti alla Procura della Repubblica

Testo integrale

Tribunale di Taranto, 01 Marzo 2019

Contratti bancari – Mutuo – Restituzione rateale della somma mutuata – Azione di ripetizione di indebito – Prescrizione – Dies a quo – Pagamento dell’ultima rata- Polizza assicurativa connessa al mutuo – Prova dell’obbligatorietà a carico del mutuatario – Computabilità del premio nel calcolo del TAEG

Testo integrale

Tribunale di Ancona, 07 Marzo 2019

Contratti bancari – Conto corrente – Azione di ripetizione di somme indebitamente versate alla banca – Eccezione di prescrizione – Prova contraria: esistenza di contratto affidato – Contratti stipulati ante L.152/92 – Anatocismo- Commissione di massimo scoperto – Calcolo dell’indebito

Testo integrale

Tribunale di Pavia, 28 Gennaio 2019

Conto Corrente – Rimesse solutorie – Diritto alla ripetizione – Eccezione di prescrizione ultradecennale – Anatocismo – Interessi creditori e debitori –  Commissione di massimo scoperto – Remunerazione immediata disponibilità di fondi – Tasso soglia d’usura – Commissione Massimo scoperto media – Interessi Moratori – TEGM maggiorato di 2,1%

Testo integrale

Tribunale di Cremona, 22 Ottobre 2018

Conto Corrente – Prescrizione singoli versamenti – Fido di fatto – Inesistenza contratto di apertura di credito – Mancata pattuizione di tassi di interesse – Violazione art. 117 comma 4 T.U.B. – Applicazione tasso sostitutivo ex art. 117 comma 7 T.U.B. – CMS – Illegittimità – Mancata indicazione dei criteri di calcolo – Contratto di mutuo – Usura ab origine– Concreta applicazione compenso per estinzione anticipata – Inserimento nel TEG – Applicazione dell’art. 1815 secondo comma c.c. – Restituzione di tutti gli interessi pagati

Testo integrale

Tribunale Padova, 31 Agosto 2018

Contratti bancari – Conto corrente – Ripetizione di indebiti – Affidamento – Prova – Produzione del contratto – Prova raggiungibile aliunde – Eccezione di prescrizione – Onere della banca di indicare in modo analitico le rimesse solutorie – Esclusione

Testo integrale

Cassazione Civile, Sez. I, 09 Luglio 2018

Rapporto di apertura di credito in conto corrente – Ripetizione somme non dovute per interessi eccessivi e illegittima capitalizzazione anatocistica – Natura ripristinatoria delle rimesse – Eccezione di prescrizione e prova dei fatti che ne costituiscono il fondamento

Testo integrale

Tribunale di Chieti, 21 Giugno 2018

Conto corrente bancario – Azione di ripetizione indebito – Rideterminazione saldo – Onere della prova  – Natura solutoria e ripristinatoria delle rimesse – Necessarietà della forma scritta ad substantiam – Natura di affidamento del castelletto di sconto – Esclusione

Testo integrale

Tribunale di Latina, 19 Giugno 2018

Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione avanzata dalla Banca – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità degli interessi anatocistici – Condanna della Banca alle restituzione delle somme illegittimamente addebitate e liberazione dei fideiussori

Testo integrale

Tribunale di Massa, 21 Dicembre 2017

Apertura di credito in c/c – Anatocismo – Necessità della approvazione scritta specifica – Usura bancaria – No onere di allegazione dei D.M. recanti le soglie d’usura – Formula di calcolo del TEG – Ordinaria formula del tasso d’interesse – Prescrizione – Prova dell’esistenza del fido – Fido per facta concludentia

Testo integrale

Corte d’Appello di L’Aquila, 08 Gennaio 2018

Apertura di credito – Conto corrente – Ripetizione degli addebiti illegittimi – Prescrizione dell’azione – Natura solutoria delle rimesse – Onere a carico della parte che solleva l’eccezione – Art. 2697 c.c – Rigetto dell’eccezione di prescrizione avanzata dalla Banca – Mancanza di indicazione dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità degli interessi anatocistici e degli interessi ultralegali con rinvio al c.d. “uso piazza” – 1284 c.c.

Testo integrale

Corte di Appello di L’Aquila, 17 Gennaio 2018

Contratti Bancari – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali non pattuiti correttamente – Rigetto dell’appello avanzato dalla Banca

Testo integrale

Cassazione Civile, Sez. VI, 26 Luglio 2017

Contratti bancari – Interessi anatocistici – Azione di ripetizione di indebito promossa dal cliente – Prescrizione ordinaria decennale – Decorrenza – Differente a seconda della natura delle rimesse – Valutazione della natura delle rimesse: spetta al giudice – Onere di allegazione specifica da parte della banca – Esclusione

Testo integrale

Tribunale di Macerata, 26 Settembre 2017

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali con rinvio a condizioni indeterminate – Non si deve computare la C.M.S. in mancanza di espressa pattuizione – Rimessione della causa in istruttoria per espletamento di nuova C.T.U. contabile con i relativi quesiti

Testo integrale

Tribunale di Savona, 13 Febbraio 2017

Ripetizione dell’indebito – Conto corrente in essere – Inammissibilità – Onere di individuazione delle rimesse solutorie – Usura – Onere della prova – Produzione decreti ministeriali – Principio iura novit curia – Usura e commissione di massimo scoperto – Conteggio del TEGM – Istruzioni di Banca d’Italia

Testo integrale

Appello di Milano, 04 Maggio 2017

Contratto di conto corrente – Anatocismo – Clausola capitalizzazione paritetica – Sottoscrizione apposita clausola –  Eccezione prescrizione – Rimesse solutorie ripristinatorie – Onere della banca provare le rimesse solutorie

Testo integrale

Tribunale di Perugia, 27 Aprile 2017

Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione avanzata dalla Banca – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità degli interessi anatocistici e degli interessi ultralegali con rinvio al c.d. “uso piazza” – Non si deve computare la C.M.S. in mancanza di espressa pattuizione – Condanna della Banca alle restituzione delle somme illegittimamente addebitate

Testo integrale

Tribunale di Teramo, 22 marzo 2017

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali, C.M.S, valute e spese di tenuta con rinvio al c.d. “uso piazza” – Non si deve computare la C.M.S. in mancanza di espressa pattuizione – Rimessione della causa in istruttoria per espletamento di nuova C.T.U. contabile con relativi quesiti

Testo integrale

Appello di Ancona, 22 Febbraio 2017

Conto corrente bancario con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali non pattuiti – Rigetto dell’appello avanzato dalla Banca

Testo integrale

Tribunale Macerata, 02 novembre 2016

Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali con rinvio al c.d. “uso piazza” – C.M.S. e le spese in mancanza di espressa pattuizione – CTU contabile – Utilizzabile in mancanza dell’intera serie storica degli estratti conto

Testo integrale

Tribunale Pavia, 08 settembre 2016

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Eccezione prescrizione inammissibile –  Rimesse solutorie e ripristinatorie – Anatocismo senza approvazione scritta – Commissioni di Massimo Scoperto
Testo integrale

Tribunale Treviso, 30 giugno 2016

Usura in conto corrente bancario – inclusione delle c.m.s. nel computo del T.E.G.

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Inclusione delle c.m.s. nel computo del T.E.G. – Inammissibilità eccezione di prescrizione – Usurarietà addebiti in conto corrente – Nullità delle commissioni di massimo scoperto – Illegittimità dell’anatocismo per contrarietà all’art.1283 c.c.

Testo integrale

Tribunale Ascoli Piceno 10 giugno 2016

Conto corrente con apertura di credito, eccezione di prescrizione decennale e indicazione dei pagamenti con funzione solutoria

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali con rinvio al c.d. “uso piazza” – Non si deve computare la C.M.S. in mancanza di espressa pattuizione – Rimessione della causa in istruttoria per espletamento di nuova C.T.U. contabile con relativi quesiti

Testo integrale

Tribunale Lanciano 09 giugno 2016

Conto corrente con apertura di credito, opposizione a decreto ingiuntivo e onere della prova

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Onere della prova a carico della banca in sede di opposizione a decreto ingiuntivo – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Illegittimità interessi ultralegali, C.M.S. ed altri oneri – Illegittimità della capitalizzazione trimestrale degli interessi – Condanna della banca alle restituzione delle somme illegittimamente trattenute

Testo integrale

 

Tribunale Roma 02 maggio 2016

Conto corrente bancario, pagamenti indebiti, prescrizione e onere della prova

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali ed altri oneri non correttamente pattuiti – Applicazione del tasso sostituivo ex art. 117 T.U.B. senza alcun tipo di capitalizzazione – Il pagamento da parte dell’ex correntista di interessi ultralegali ed anatocistici non può costituire adempimento di un’obbligazione naturale ex art, 2034 c.c. – Condanna della banca alle restituzione delle somme illegittimamente trattenute

Testo integrale

Appello Ancona 31 marzo 2016

Anatocismo e prescrizione dell’azione

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Illegittimità della capitalizzazione trimestrale degli interessi – Rigetto dell’eccezione di prescrizione avanzata dalla Banca

Testo integrale

Tribunale Verona 30 dicembre 2015

Libretto di risparmio nominativo e termine di prescrizione del diritto ad ottenere le somme depositate e gli interessi maturati su di esse
Contratto di deposito bancario – Dipendenza dell’obbligo restitutorio della banca dalla richiesta del cliente – Conseguenze in tema di dies a quo del termine di prescrizione del corrispondente diritto

Termine di prescrizione del diritto ad ottenere gli interessi sulle somme depositate su un libretto nominativo di risparmio – Durata quinquennale in caso di mancata annotazione degli interessi su un conto correlato al deposito

Testo integrale

Tribunale Torino 17 febbraio 2016

Ammissione di CTU: clausola uso su piazza, interessi ultra-legali, capitalizzazione trimestrale degli interessi, commissione di massimo scoperto, usura, prescrizione della ripetizione di indebito

Clausola uso su piazza – Interessi ultra-legali – Capitalizzazione trimestrale degli interessi – Commissione di massimo scoperto – Usura – Prescrizione della ripetizione di indebito

Testo integrale

Appello Brescia 23 dicembre 2015

È a carico del cliente l’onere di provare la natura solutoria delle rimesse in conto corrente

Conto corrente bancario – Ripetizione degli addebiti illegittimi – Prescrizione dell’azione – Natura solutoria delle rimesse – Individuazione – Modalità – “Normalità” della natura solutoria – Esclusione – Onere della prova della natura solutoria delle rimesse – Onere a carico della parte che deduca la sussistenza dell’apertura di credito

Testo integrale

Tribunale Verona 02 dicembre 2015

Il correntista ha facoltà di agire contro la banca dalla data di ogni singola operazione ritenuta illegittima, con ogni relativa conseguenza in ordine alla decorrenza della prescrizione

Conto corrente bancario – Prescrizione dell’azione del correntista relativa agli addebiti illegittimi – Decorrenza da ogni singolo operazione

Testo integrale

Tribunale Ascoli Piceno 05 novembre 2015

Prescrizione: distinzione tra atti di pagamento ed atti ripristinatori della provvista e onere della prova

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali con rinvio al cd. “uso piazza” – Non si deve computare la C.M.S. in mancanza di espressa pattuizione – Condanna della banca alle restituzione delle somme illegittimamente trattenute

Testo integrale

Tribunale Chieti 16 ottobre 2015

Conto corrente con apertura di credito, rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale, illegittimità interessi ultralegali, C.M.S. ed altri oneri con rinvio al paramento cd. ‘uso piazza’

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Illegittimità interessi ultralegali, C.M.S. ed altri oneri con rinvio al paramento cd. “uso piazza” – Illegittimità della capitalizzazione trimestrale degli interessi – Condanna della banca alle restituzione delle somme illegittimamente trattenute

Testo integrale

Appello Bari 02 ottobre 2015

Contratto di conto corrente bancario, azione di ripetizione, eccezione di prescrizione e onere di allegazione e prova

Conto corrente bancario – Azione di ripetizione dell’indebito – Eccezione di prescrizione – Rimesse solutorie e ripristinatorie – Onere di allegazione e di prova a carico della Banca

Testo integrale

Tribunale Ascoli Piceno 29 settembre 2015

Contratto di conto corrente con apertura di credito, azione di ripetizione ed eccezione di prescrizione decennale

Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali ed altri oneri non concretamente pattuiti

Testo integrale

Tribunale Ascoli Piceno 11 agosto 2015

Prescrizione, distinzione tra atti di pagamento ed atti ripristinatori della provvista e onere della prova

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali con rinvio al cd. “uso piazza” – Nel calcolo del TEG ai fini della rilevazione del tasso soglia d’usura si deve computare sempre la c.m.s. – Condanna della banca alle restituzione delle somme illegittimamente trattenute

Testo integrale

Tribunale Urbino 04 agosto 2015

Conto corrente con apertura di credito, rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale e illegittimità degli interessi anatocistici ed ultralegali con rinvio al cd. ‘uso piazza’

Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali con rinvio al cd. “uso piazza” – Illegittimità delle c.m.s. – Condanna della banca alle restituzione delle somme illegittimamente trattenute

Testo integrale

Tribunale Catania 17 luglio 2015

Anatocismo, prescrizione e onere di allegazione della banca

Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali con rinvio al cd. “uso piazza” – Condanna della banca alle restituzione delle somme illegittimamente trattenute

Testo integrale

Tribunale Verona 27 marzo 2015

Atti di pagamento e atti ripristinatori della provvista, la Banca è tenuta all’onere di distinguerli e dimostrarne in concreto la diversa funzione solutoria

Bancario – Contratto di conto corrente con apertura di credito – Rigetto dell’eccezione di prescrizione decennale – Mancanza di indicazione ad opera della Banca dei pagamenti con funzione solutoria – Illegittimità interessi anatocistici ed ultralegali – Eliminazione delle commissioni di massimo scoperto e spese non pattuite

Testo Integrale

Tribunale Alessandria 21 febbraio 2015

Apertura di credito in conto corrente, affidamento bancario e commissioni di massimo scoperto

 

Apertura di credito in conto corrente – Affidamento bancario – Commissioni di massimo scoperto

Capitalizzazione trimestrale degli interessi – Termine di prescrizione decennale – Natura delle ripristinatoria delle rimesse in conto – Onere della prova a carico della banca

Illegittimità della capitalizzazione trimestrale degli interessi – Art. 7 Delibera CICR del 9 febbraio 2000 – Condizioni peggiorative rispetto alla normativa previgente – Specifica negoziazione dell’anatocismo

Nullità della clausola di capitalizzazione degli interessi e di altri usi bancari illeciti – Azione di ripetizione dell’indebito oggettivo – Nullità della transazione ante causam – Effetto non novativo dell’accordo transattivo rispetto al titolo originario

 

Testo Integrale

 

Tribunale Lecce 18 dicembre 2014

La banca che eccepisce la prescrizione deve indicare e provare la natura solutoria delle singole prestazioni

Conto corrente – Apertura di credito – Eccezione di prescrizione della banca – Carattere solutorio dei pagamenti – Onere della prova a carico della banca

Testo Integrale

Tribunale Lanciano 20 novembre 2014

Azione di ripetizione di indebiti bancari, onere della prova, decorrenza della prescrizione e conseguenze della nullità del contratto per difetto di forma

Azione di ripetizione di somme indebite – Onere della prova a carico del correntista – Contratto di conto corrente e estratti conto – Eccezione – Documentazione relativa al decennio antecedente la domanda – Ordine di esibizione – Inesistenza dei contratti – Decorrenza della prescrizione per l’azione di ripetizione – Nullità dell’apertura di credito contenuta nel contratto – Conseguenze sul pagamenti

Testo integrale

Tribunale Torino 18 novembre 2014

Ripetizione di indebiti pagamenti anatocistici, prescrizione in presenza di castelletto di sconto non assimilabile all’apertura di credito

Conto corrente – Indebiti pagamenti anatocistici – Azione di ripetizione del cliente – Eccezione di prescrizione della banca – Carattere solutorio dei pagamenti – Onere della prova a carico della banca – Formulazione eccezione

Conto corrente – Indebiti pagamenti anatocistici – Azione di ripetizione del cliente – Eccezione di prescrizione della banca – Carattere solutorio dei pagamenti – Onere della prova a carico della banca – Anticipo

Conto corrente – Indebiti pagamenti anatocistici – Azione di ripetizione del cliente – Eccezione di prescrizione della banca – Carattere solutorio dei pagamenti – Onere della prova a carico della banca – Anticipazione su fatture

Conto corrente – Indebiti pagamenti anatocistici – Azione di ripetizione del cliente – Eccezione di prescrizione della banca – Carattere solutorio dei pagamenti – Onere della prova a carico della banca – Castelletto di sconto

 

 Testo Integrale

Tribunale Siena 07 luglio 2014

Il correntista attore deve fornire la prova della natura solutoria delle rimesse delle quali chiede la ripetizione

Conto corrente bancario – Ripetizione dell’indebito – Onere della prova – Natura solutoria o ripristinatoria delle rimesse

Testo integrale

Tribunale Benevento 18 febbraio 2008

Capitalizzazione equitativa, CMS e prescrizione

Conto corrente bancario – Nullità di clausole relative al computo degli interessi – Ricostruzione dei saldi – Applicazione della capitalizzazione cd. equitativa semestrale o annuale – Esclusione

Conto corrente bancario – Commissione di massimo scoperto calcolata come percentuale sul saldo debitore – Natura interesse anatocistico – Nullità

Conto corrente bancario – Nullità di clausole di addebito di interessi – Azione di restituzione – Prescrizione decennale – Decorrenza dalla chiusura del conto

Testo integrale

Tribunale Mantova 21 gennaio 2005

Anatocismo, nullità e prescrizione dell’azione

Fusione per incorporazione di azienda bancaria – Cessione di ramo di azienda – Successione a titolo universale ed a titolo particolare nel diritto controverso – Intervento in giudizio della cessionaria

Azione di nullità delle clausole che determinano il tasso di interesse e la capitalizzazione trimestrale – Prescrizione – Insussistenza

Azione di ripetizione degli interessi indebitamente versati – Prescrizione decennale – Decorrenza

Testo integrale

Tribunale Pescara 26 ottobre 2007

Apertura di credito in conto corrente e decorrenza della prescrizione

Conto corrente bancario – Apertura di credito – Prescrizione dei diritti di credito nascenti dal rapporto – Decorrenza – Recesso della banca dal rapporto – Chiusura del conto

Testo integrale

Appello Torino 14 novembre 2007

Conto corrente bancario e prescrizione dell’azione di ripetizione di indebito dalla chiusura del rapporto

Conto corrente bancario – Ripetizione di somme indebitamente versate alla banca – Prescrizione – Decorrenza dalla chiusura del conto

Testo integrale

Appello Torino 14 novembre 2007

Conto corrente imputazione dei pagamenti, prescrizione dell’indebito e decorrenza

Conto corrente bancario – Apertura di credito – Criterio di imputazione dei pagamenti di cui all’art. 1194 cod. civ. – Applicabilità – Esclusione

Conto corrente bancario – Diritto alla restituzione dei pagamenti non dovuti – Prescrizione – Decorrenza – Chiusura del conto – Clausola di contabilizzazione periodica del saldo con riporto a nuovo – Pluralità di rapporti – Esclusione

Testo integrale

Corte d’appello Brescia 13 febbraio 2008

Anatocismo e prescrizione dell’azione di ripetizione

Conto corrente bancario – Nullità di clausole – Azione di ripetizione – Prescrizione – Decorrenza – Chiusura del conto

Rapporti bancari – Computo della valuta – Norme bancarie uniformi – Rinvio a documenti di formazione successiva ed unilaterale – Nullità

Testo integrale

Tribunale Brescia 22 aprile 2008

Anatocismo, prescrizione del rapporto e commissione massimo scoperto

Anatocismo trimestrale – Nullità della clausola degli interessi “uso piazza” – Mancata contestazione degli estratti conto – Decorrenza del termine di prescrizione del rapporto di conto corrente – Commissione di massimo scoperto e decorrenza della valuta

Testo integrale

Tribunale Mantova 12 luglio 2008

Anatocismo, delibera CICR e conto costantemente passivo, decorrenza della prescrizione da ogni singolo addebito

Interessi – Determinazione del tasso mediante rinvio agli usi di piazza – Nullità – Applicazione del tasso sostitutivo – Rapporto di durata – Media dei tassi di riferimento dei BOT degli ultimi dodici mesi calcolata con riferimento ad ogni singola operazione

Interessi – Nullità della clausola di capitalizzazione trimestrale – Applicazione di capitalizzazione sostitutiva – Esclusione

Interessi – Capitalizzazione trimestrale – Criterio paritetico di cui alla delibera CICR 9 febbraio 2000 – Conto con andamento costantemente passivo – Peggioramento delle condizioni – Sussistenza – Pattuizione scritta – Necessità

Diritto del cliente alla restituzione delle somme indebitamente addebitate in conto corrente – Prescrizione – Decorrenza da ogni singolo addebito in conto

Testo integrale

Appello L’Aquila 16 luglio 2008

Anatocismo, prescrizione dell’azione di ripetizione e nullità della capitalizzazione sostitutiva

Conto corrente bancario – Apertura di credito – Ripetizione di somme versate in forza di clausola anatocistica nulla – Prescrizione – Decorrenza dalla chiusura del conto

Conto corrente bancario – Nullità di clausola anatocistica – Applicazione di capitalizzazione annuale – Nullità – Sussistenza

Testo integrale

Appello Lecce 19 febbraio 2013

Ripetizione degli interessi anatocistici, rimesse con funzione solutoria, necessaria chiusura del conto e onere di allegazione e prova dell’eccezione di prescrizione

Apertura di credito – Ripetizione degli interessi anatocistici – Prescrizione dell’azione – Valutazione della natura ripristinatoria della provvista – Chiusura del conto – Necessità

Apertura di credito – Ripetizione dell’indebito – Allegazione e dimostrazione del fatto costitutivo dell’eccezione di prescrizione – Necessità – Decorrenza dalla data di chiusura del conto

Testo integrale

Appello Milano, 20 febbraio 2013

Ripetizione di interessi anatocistici e formulazione dell’eccezione di prescrizione

Anatocismo – Ripetizione delle somme indebitamente pagate dal cliente – Prescrizione dell’azione – Eccezione – Formulazione specifica dell’eccezione con riferimento ad ogni versamento avente funzione assolutoria

Anatocismo – Adempimento di obbligazione naturale – Esclusione

Testo integrale

Tribunale Prato, 01 marzo 2013

Prescrizione dell’azione di ripetizione dell’indebito relativo a rimesse extrafido di natura solutoria e onere della prova

Ripetizione dell’indebito – Prescrizione – Dies a quo – Onere della prova

Testo integrale

Tribunale Torino, 25 marzo 2013

Decorrenza della prescrizione dell’azione di ripetizione di indebito pagamento di interessi anatocistici a seguito della dichiarazione di illegittimità costituzionale del c.d. Decreto Milleproroghe

Anatocismo – Azione di ripetizione di indebito pagamento di interessi – Decorrenza della prescrizione – Dichiarazione di illegittimità costituzionale dell’art. 2 c. 61 del D.L. n. 255 del 29.12.2010 – Criteri di ricalcolo – Sentenza Corte Cassazione 24418 del 2010

Testo integrale

Tribunale Pescara 24 giugno 2013

Annotazioni in conto corrente e prescrizione. Mancato a pattuizione del calcolo delle valute e valuta effettiva

Contratti bancari – Conto corrente – Indebita annotazione di somme a favore della banca – Azione di ripetizione – Prescrizione – Decorrenza

Contratti bancari – Oneri economici – Anatocismo – Determinazione del periodo di capitalizzazione – Necessità – Indicazione nel testo contrattuale – Necessità

Contratti bancari – Valute – Spostamento delle valute dal loro tempo effettivo – Patto – Necessità

Testo integrale

Cassazione Sez. Un. Civili , 02 dicembre 2010, n. 24418

Anatocismo e ripetizione dell’indebito dalla chiusura del conto

Conto corrente bancario – Nullità della clausola anatocistica – Ripetizione dell’indebito – Pagamenti con funzione ripristinatoria della provvista – Prescrizione decennale – Decorrenza – Chiusura del conto

Conto corrente bancario – Nullità della clausola di capitalizzazione trimestrale degli interessi – Criterio sostitutivo di capitalizzazione – Esclusione

Testo integrale

Corte Costituzionale , 05 aprile 2012, n. 78

Ripetizione di somme indebitamente versate in conto corrente bancario, prescrizione e illegittimità dell’articolo 2, comma 61, dl 29 dicembre 2010, n. 225

Conto corrente bancario – Ripetizione di somme indebitamente versate – Prescrizione – Decorrenza – Art. 2, comma 61 prima parte, decreto legge n. 225/2010, conv. dalla legge n. 10/2011 – Incostituzionalità

Testo integrale

Cassazione civile, sez. I 26 febbraio 2014, n. 4518

Commissione di massimo scoperto e decorrenza della prescrizione dell’azione di ripetizione

Commissione di massimo scoperto – Ripetizione degli importi illegittimamente addebitati sul conto – Prescrizione – Decorrenza – Distinzione tra versamenti con funzione ripristinatoria della provvista e versamenti con funzione solutoria

Ripetizione degli importi illegittimamente addebitati sul conto – Prescrizione – Decorrenza – Onere della prova della funzione dei singoli versamenti

Testo integrale

Torna in cima